L’appartamento


Quando ero alle medie, Billy Wilder era il mio regista preferito. Adoravo Quando la moglie è in vacanza, veneravo Baciami stupido, e soprattutto conoscevo a memoria A qualcuno piace caldo, da sempre uno dei film della mia vita. Nella massa di film di Wilder che vidi a quei tempi, L’appartamento, questo immenso e spietato dramma sulla contemporaneità travestito da commedia brillante, non aveva un posto di rilievo: infatti non lo vedevo da una decina d’anni.


La cosa che più mi colpisce ora, al di là dell’incredibile abilità della sceneggiatura (nessuno a mio parere ha mai raggiunto livelli di scrittura come quelli di Wilder e Diamond), e dell’altrettanto inarrivabile recitazione di Jack Lemmon, Fred MacMurray e della stupenda (ai tempi) Shirley MacLaine, è il modo in cui Wilder usa lo schermo panoramico per sfruttare gli spazi chiusi. Il che sembra un paradosso. Ma, a condizione di avere un supporto visivo che rispetti le proporzioni dello schermo panoramico, basta guardare il modo pittorico con cui sono ritratti l’ufficio illuminato al neon, l’ascensore, gli atri e i corridoi, e l’appartamento stesso, per rendersi conto che niente era lasciato al caso, che ogni cosa era studiata nel minimo dettaglio. Il tutto reso più complicato da una predilezione per il piano-sequenza e per le scelte registiche meno scontate. Il risultato è visivamente ineccepibile, di una perfezione che toglie il fiato.

4 Thoughts on “

  1. ciao, “the dreamers” di Bertolucci l’hai visto ?

  2. utente anonimo on 30 marzo 2004 at 20:36 said:

    Emanuela Zini ,vincitrice del mese di marzo ha creato http://ildibattitono.splinder.it/,che per almeno un mese sarà il luogo d’incontro per chi vorrà cimentarsi in quiz impossibili (guardate le prime foto!)

  3. L’ufficio era in parte vero e in parte ricostruito con dei modellini. All’infinito sono scrivanie piccolissime.

  4. :-) che bello saperlo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation