Riso amaro


Inutile sprecare parole inutili. Diciamo: essenziale.


La cosa che ho amato di più è l’incontro di un macrogenere (il neorealismo) con i generi (hollywoodiani): il noir (l’inizio e la fine), il western (la ruralità, lo scontro virile, l’individualismo e la massa), e soprattutto il musical. Cosa sono i canti delle mondine se non numeri da musical? Geniale, no?

One Thought on “

  1. Ciao! ho visto il film un annetto fà, all’inizio non volevo vederlo, non mi attirava, poi ad una rassegna l’ho visto addirittura al cinema!! e che bello! se qualcun altro dovesse avere dei dubbi dovrebbe fidarsi di più di Kekkoz!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation