Troy


C’è un momento in cui questa schifezza sembra riprendersi. E’ una sequenza, o meglio tre unite una all’altra, che però purtroppo non servono a salvare Troy dall’abisso, ma anzi mettono ancora più in luce le sue lacune: dalla morte di Patroclo ai funerali di Ettore. La storia la sapete. In questi pochi salvabili minuti si sente il respiro epico che Petersen e compagnia bella non hanno colto, la dimostrazione che la cultura classica può uscire da un prodotto simile solo di rado, e solo (sembra) per casuali intuizioni.


Ed è un peccato. Perché la battaglia che si ferma sgomenta alla morte del giovane Patroclo, l’inquietante e bellissima presenza del pelìde urlante sotto le mura della città, il duello tra i due protagonisti (bellissimo proprio perché impari), il dialogo commovente tra il perfetto Priamo di O’Toole e quell’indecente primate di Brad Pitt (e ve lo dico io, che l’ho visto in inglese…), perché tutto ciò insomma è vibrante, sensazionale. E’ tutto come l’avevo sempre immaginato, più o meno. Ma mostra in modo ciò che Troy sarebbe potuto essere, ma non è, proprio non è.


Il resto è più o meno da buttare, con la solita mania tutta nordamericana di ridurre i personaggi e di appiattire i loro caratteri a semplici categorie (razionale/irrazionale, buono/cattivo), il solito schema della caduta e del riscatto (che riguarda incredibilmente tutti, persino quel cretino di Paride), con la guerra di Troia ridotta a un massacretto laico che dura qualche settimana. E va bene, c’è la consapevolezza di fare un prodotto popolare, ma in realtà senza divertire neanche troppo. Se non altro, nei picchi trash c’è da ridere, e ce n’è da vendere.


Per quanto riguarda le ridicole incongruenze, passo la mano a Misato (posso?) e alle sue sette domande post-visione.

30 Thoughts on “

  1. indecente primate BRAD PITT?!? ehi, dico, hai voglia di scherzare?..

  2. Infatti!!Brad Pitt è stupendo!!!Che il film non sia da oscar sono d’accordo,ma è fatto bene…il corpo a corpo tra Ettore e Achille ci sta dentro!!!E’ vero che fa ridere,sopratutto quando Achille sotto le mura di Troia chiama a gran voce Ettore,lì sono morta dalle risate!!Lara

  3. Lara,ma che stai a dire (è fatto bene)? Ti ci vuole una cura BelaTarriana!!!.Se vuoi possiamo seguirla insieme…

  4. mi faresti da maestro?non potevo chiedere di meglio…qual’è la prima lezione?

  5. fatto bene… parolone, concordo.

    Btw, Kekkoz… certo che puoi, mi spiace solo di non avere i permalinks in casi come questo… anzi, e’ un onore ^_^

    (e concordo che quella che hai citato sia la parte piu’ vedibile del film… purtroppo…)

    Misato-san

  6. La prima lezione per Lara è “Ai no korida”.Naturalmente sarò io il maestro….(si scherza,ovviamente).

  7. dovevo immaginare che era questo il film di cui finalmente hai parlato male :-))) comunque c’è di peggio, anche se non tantissimo…

  8. Non è proprio da buttare nel water, secondo me. Certo, non è niente di che, ma almeno la sufficienza la merita.

    L82

  9. scusa l’ignoranza: cos’è “ai no korida”? credo di essermelo persa…l’allieva Lara vuole sapere…

  10. Lara,avrei un’idea…perchè non proviamo a realizzare un remake di “ai no korida”…..noi due gli interpreti principali!

  11. sapessi cos’è….

  12. forse ho capito…ma non tanto!!!

  13. viva le stroncature. troy vale 2 o 3 al massimo, altro che sufficienza.

  14. ecco,l’impero dei sensi! (però per una che studia cinema è grave!!!!)

  15. avrei altri remake da proporti ma vorrei iniziare da questo (escluso il finale,ovviamente!).

  16. guarda l’impero dei sensi non lo spiegano nei corsi universitari,io il film l’ho visto 5 anni fa e nn mi posso ricordare ogni cosa!!

  17. se vuoi ti parlo dell’uovo?

  18. nessun commento al mio post etilico su Kill Bill vol.2, sono deluso :-(
    cmq ottimo acquisto di DVD orientali, chapeau.
    p.s. oggi ho postato su un film di Miike che mi sa non hai ancora visto ;-]

  19. OH, Kekkoz, noto con piacere che hai visto e recensito il mitico ICHI THE KILLER! Pensavo di essere l’unica italiana ad averlo visto….

  20. ohh.. leggo.. colonna sonora ideale: carmen consoli.. meno male che ti piaceva con moderazione.. eh, vabbè…..

  21. bene, che montagna di commenti – mi piace che quasi nessuno sia d’accordo con me su troy! comunque su cinebloggers gli ho dato 2/5, quindi non è PESSIMO, ma MEDIOCRE – però il potenziale sprecato è enorme – adia, io ADORO carmen consoli, mai negato! – nicola e lara… no comment…

  22. utente anonimo on 3 giugno 2004 at 13:13 said:

    e grandissima misato, grazie

  23. ultima risposta, a maladoror. scena in cui priamo chiede ad achille il corpo di ettore. Peter O’Toole: vecchissimo e bravissimo, con gli occhi lucidi e il viso sofferente. Brad Pitt: espressione da primate. Non saprei come definire in altro modo l’espressione che fa in quel momento.

  24. mah, io “l’impero dei sensi” l’ho visto 17 anni fa e non l’ho dimenticato. di solito chi lo vede non se lo scorda…

  25. grande emi – sei in bolgia

  26. utente anonimo on 10 giugno 2004 at 12:35 said:

    io penso che brad/achille che urla :”Ettoreeeeeeeeeeee”, valga il biglietto tutto sommato…e poi in effetti…c’è molto da ridere…

  27. Io non so che film hai visto, Troy non è un gran film, questo è sicuro, e spesso, forse troppo si passa dall’epico al ridicolo, questo è vero, ma dire che O’Toole è stato bravo in questo film è un’assoluta eresia.
    Per me è stato indecente e inguardabile, con lo stesso unico sguardo per tutto il film. O’Toole è stato un buon attore in passato, e solo perchè adesso è invecchiato non si deve essere clementi con lui e giudicare buono tutto ciò che fa.
    In Troy è inguardabile, carriera onorata o meno, sicuramente il doppiaggio avrà anche peggiorato le cose, non lo nego, ma inguardabile resta comunque. Ciao Wraftlock

  28. Anonimo on 27 novembre 2004 at 15:07 said:

    Il dubbio atroce dopo i primi 3 minuti di film è stato: “hanno aperto a caso l’Iliade e hanno letto due capoversi poi hanno girato quello che volevano loro”.
    Attinenza al testo troppo poca per poter anche solo lasciare l’idea che ne abbiano capito qualcosa.
    Capacità recitativa media 2 (con un paio di 6 a O’toole, figuratevi il resto…), Orlando Legolas Bloom a cui mancavano giusto le orecchie a punta per non far sospettare che fosse convinto di stare ancora sul set della trilogia di Jackson. Eric Bana non è verde ma poco ci manca la dislocazione degli edifici in Troia è errato (lo sanno _tutti_ che il tempio di Apollo, protettore della città, era l’edificio più alto della rocca, più alto persino della reggia e invece guarda caso lo hanno piazzato in spiaggia). Briseide che fine ha fatto? E Criseide che sembra la star della guerra? Milioni di navi, finte e non storiche. E toh… ma Achille, nella storia, non moriva _prima_ che Ulisse avesse la bella pensata del cavallo? Quanto ad Enea… “tiè, tu a caso, piglia la spada sacra di Troia e scappa”.
    Ho ancora i conati di vomito

  29. Anonimo on 12 gennaio 2005 at 12:49 said:

    ASPETTATE DI VEDERE “ALEXANDER”!!!

    PEGGIOOOOO!!!!!!

  30. Anonimo on 19 febbraio 2005 at 03:34 said:

    a me alexander è piaciuto, e molto.

    di troy non mi è piaciuta nemmeno la parte che citi. grottesca la chiamata di achille davanti alle mura (al quarto “ettore” è scoppiaata a ridere la sala): davanti ad un film che è ansiosamente frenetico, petersen non può tirare il freno a mano quando piu gli piace…

    quasi trascurata (“mettiamola xche sta scritta lì”) la scena in cui achille trascina ettore a cavallo, così ricca di pathos nel testo di omero, così scarna e scialba nel film

    VOTO 3 e mezzo:si salvano solo i costumi e tratti delle battaglie, forse

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation