Interiors

di Woody Allen, 1978

Gruppo di famiglia in "interni (interiors), così perfetti e controllati, ma privi di una stanza per le emozioni", con una messa in scena che è davvero il cuore dei personaggi, intellettuali asciugati e rinchiusi nelle loro stesse ossessioni.

Scritto in modo rigoroso e perfetto, e girato con uno straordinario senso dell’assenza e del vuoto. Geometrico e teatrale, è tanto glaciale da risultare spesso insostenibile. Ma non si risparmia i brividi, come il primo incontro con Pearl, in cui i protagonisti si dimostrano già cadaveri di fronte a quella che è la vita vera (e l’America vera); e qualche colpo di genio: come la scena del matrimonio, autentico turning point in cui tutte le certezze collassano in un ballo jazz e in un vaso rotto.

Il primo film "bergmaniano" (e ibseniano) di Allen, un tantino ombelicale, non è il Woody che preferisco (quello di Amore e guerra, di Io e Annie, di Hannah e le sue sorelle). Ma se le sue ultime opere avessero anche solo la metà dello spessore di Interiors, non saremmo così disperati per la perdita di un genio. Forse non irrimediabile: Anything else ci ha dato una flebile speranza.

13 Thoughts on “

  1. ho comprato in edicola i dvd di brazil e sonatine. sono contento come un bambino.

  2. sono d’accordo con te e in modo particolare per aver aggiunto al “classico” bergmaniano anche ibseniano.Io certi film di woody li definisco (forse più propriamente) “alleniani” e da questo punto di vista il suo risultato più maturo è crimini e misfatti (al secondo posto metto un’altra donna).Credo che Allen dovrebbe tornare a tempo pieno a film più “profondi” anche se il pubblico europeo (l’unico che lo segue ancora) continua a chiedergli altro

  3. non ho molto da aggiungere alla tua perfetta e sintetica recensione.Fu il primo film alleniano con woody esclusivamente dietro la mdp e,impressione personale,il suo tentativo psicoanalitico di investigare i drammi e le incertezze della classe altoborgese che ben conosceva.E’ una mia impressione (vado a memoria perchè l’ho visto solo una volta e diversi anni fa) ma a differenza,ad esempio,di bergman i suoi temi sono meno universali e più legati ad una certa condizione sociale.

  4. CHe mi prenda un colpo, son sei giorni che cerco il DVD di Sonatine ma niente. Nessuno qui ha mai sentito nominare la collana “grandi inediti in DVD”. Mah.

  5. Bello! Ci tornero perchè qui ci sono molte cose che definire interessanti è poco.

  6. comment per te sul blog del cineraduno.

  7. io me lo ricordo come un film palloso. comunque sonatine non lo trovo manco io, e brazil (capolavoro) è una fregatura perchè di solito si paga 10 euro, non 13.

  8. uao! brazil!
    ma anche “interiors”, dove l’hai pescato?! io ero tutta orgogliosa dei miei “settembre”, “ombre e nebbia” e “rosa purpurea”, ma tu sei moooolto più cinefilo (e giovane, mannaggia!) di me…
    [invidio la tua edicola...]
    un bacio!

  9. mah, una volta tanto non ho nulla da dire…

  10. risposte:

    nicola: crimini e misfatti è un altro che amo molto, anche se l’ho scoperto da poco (ne ho parlato tempo fa) – grazie delle aggiunte, preziosissime

    goka: mi sono fatto 6 edicole (!!!) per trovarlo.

    deepquest: grazie

    denti: io sapevo che l’edizione in commercio era una merda, e quella di dvdcult molto bella.. o è una sola? comunque la rivista allegata vale la differenza.

    sophie: interiors l’ho preso in dvd in biblioteca (come la metà dei film che vedo) – di quelli che hai nominato mi manca “settembre”…

    rat: ma no…

  11. rileggendole sono stronzate (una più,una meno..)

  12. dovrei dar retta a renè clair..il silenzio è d’oro (mi limiterò alle foto e ai link)…e alla lista della spesa (è in arrivo)

  13. anch’io mi sto reggendo ad anything else con tutte le speranze… ma temo ancora che si ritorni nello scivolone acqua e sapone, insipido, degli ultimi anni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation