[remainder]

Il bel documentario "Passaggi di tempo – Il viaggio di Sonos ‘e memoria", diretto da Gianfranco Cabiddu con (tra gli altri) Paolo Fresu e Elena Ledda, evento di chiusura delle Giornate degli Autori allo scorso Festival di Venezia, esce oggi in alcune sale, purtroppo solo in Sardegna. Queste sale.

Vi rimando al mio breve commento, forse troppo entusiasta, ma che non smentisco. Se qualcuno legge questo blog dalla Sardegna (non credo proprio), se ama le tradizioni della sua terra, e se ama il jazz (e di prima scelta!), glielo consiglio vivamente. E mi assumo la responsabilità.

9 Thoughts on “

  1. ma cosa faccio, lo metto nella connection anche se esce solo in sardegna? boh…

  2. OT ti ho aggiornato il voto di alexander…

  3. minchia che lampo.

  4. eheheheh…mi hai beccato appena mi sono svegliato ^_^

  5. ora mi tocca andare a studiare semiotica grrr

    nn ci capisco una sega….

    porc…

  6. maledetta semiotica. a chi lo dici.

  7. Non dalla Sardegna, ma un sardo che ti legge c’è! vedrò di documentarmi su questo documentario…

    Ehi, la semiotica è bellissima!

  8. Ciao francesco , sono cristiano da cagliari ti ricordi?

    Ho scritto diverse recensioni nel tuo sito.

    Ho visto anche io il film-documentario, mi aggancio alle tue parole, la pellicola è veramente un susseguirsi di emozioni con una musica (un opera) veramente carica di tensioni ed emozioni.

  9. Dalla Sardegna ci sono anche io e ho visto il film Sabato. Ne ho voluto parlare nel mio blog se ti va di dare un’occhiata. ciao

Rispondi a ruckert Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation