[FEFF2005]

Pattaya maniac (Sai loh fah)


di Yuthlert Sippapak, 2004

Il mio primo (e solo, per ora) midnight movie di quest’edizione è una specie di plot alla Guy Ritchie trapiantato sulle coste thailandesi di Pattaya, e i cui protagonisti ragazzi debosciati che passano le loro serate a cantare nei karaoke facendosi buttare fuori per i pessimi gusti musicali.

Due di loro sono grandi amici: uno esperto di amuleti timido e sensibile, l’altro sfacciato e apparentemente idiota, ma una vera miniera di aforismi colti. Ovviamente ci si mette la (s)fortuna: un innamoramento sbagliato, una piccola truffa, un rapimento, milioni di bath che passano di mano in mano, fino al ricongiungimento finale.

Canzonette stonate, inseguimenti e spari, bellezze impressionanti e dialoghi surreali: Sippapak non ha paura di mescolare i generi, e cogliendo a destra a manca da quello che una volta qualcuno chiamava "cinema tarantinato" (e quindi un po’ fuori tempo massimo), azzecca un piccolo film stralunato e divertente, pieno di trovate e con un ritmo invidiabile.

Lungi dall’essere il miglior film del festival, né in assoluto né tra quelli che ho visto qui, è il mio piccolo cult personale.

One Thought on “

  1. vado in ordine di visione, e ho quattro (…) film arretrati da postare. questo l’ho visto due giorni fa. cercasi tempo libero.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation