Someone special (Aneun yeoja)
di Jin Jang, 2004


Entusiasmo a fiotti a Udine 2005 per l’ultimo film di Jin Jang, buffa e/o malinconica storia d’amore e palle-da-baseball tra un giocatore di quello sport incomprensibile, nonché malato terminale (…), e una ragazza dalla faccia buffa, nonché ossessivamente innamorata di lui. Entusiasmo meritato? Probabilmente no, c’è di meglio, ma c’è anche un ma, o più d’uno.



Inanzitutto, leit-motiv della produzione popolare coreana, il film segue due binari di genere, in questo quello il comico demenziale e la commedia romantica, anzi romanticissima. Se da un lato c’è una disparità evidente perché il lato comico fa acqua da tutte le parti perché privo di un ritmo adeguato e strappa solo qualche sorriso, d’altra parte Jang trova anche il tempo per prendere in giro con umiltà questa tendenza, con la sequenza del film-nel-film. Non particolarmente raffinata ma divertente: "maledetto cinema incoerente".



Ma la vena più "amorosa" del film fa invece centro. Esagerando a bella posta, e "telefonando" un po’ gli sviluppi narrativi: ma il risultato è che ci si intenerisce parecchio (grazie anche agli interpreti, bravi) e che un pochino ci si commuove pure. E comunque in una confezione impeccabile (i primi minuti sono davvero belli) abbinata a una narrazione nè idiota come quella di, che so, 100 days e nemmeno triviale come quella di, che so, Everybody has secrets.



Nei suoi limiti, dichiarati, grazioso.

7 Thoughts on “

  1. ehm, ho visto il film quasi una settimana fa e i ricordi sono confusi, spero di essere stato chiaro.

  2. si sei stato chiaro, anche se il film nel film io l’ho visto anche quello come paruccata mysassygirliana.

  3. mh, io non proprio, ma ci capiamo.

  4. Se i limiti fossero dichiarati potrebbe andae, ma come la mettiamo con le risate straripanti della platea di udine? C’era del protossido d’azoto nell’aria?

  5. eh, può essere.

    infatti riguardando un pezzo di beyond our ken forse avevo esagerato un po’. ma solo un po’.

  6. Le parti comiche non erano così male…. Il film nel film era molto carino.

    Ti va di visitare pure il mio blog?

    E’ aperto da poco, ma parliamo dello stesso argomento.

    ^_^

  7. utente anonimo on 18 luglio 2005 at 16:18 said:

    La casa di produzione di Jennifer Gardner ne ha acquistato i diritti per il remake americano…

Rispondi a Djazz Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation