Doom
di Andrzej Bartkowiak, 2005

La cannibalizzazione reciproca tra il mondo dei videogiochi e quello del cinema, con rare eccezioni, porta quasi solo a disastri. Si era capito da tempo, nonostante i fan del Raul Julia terminale conciato da Mister Bison non siano pochi. Allora perché fare un film da Doom, che peraltro di cinematografico aveva solo il linguaggio (la soggettiva esasperata a unico linguaggio visivo, che aprì la strada ad altre decine di First Person Shooter), e che era chiaramente, (per carenze strutturali, a differenza del venturo Silent Hill) inadatto all’adattamento?

Ma il problema non è questo, perché si sa, il mercato è fatto anche di consumi d’impulso emozionale, e Doom è un prodotto generazionale per antonomasia. Allora la domanda diventa: perché sprecare così poche energie mentali in un film che per alcune persone può avere un qualche significato? Più semplicemente: perché produrre un film così insulso, noioso, inutile, brutto? Perché è brutto, Doom, eh, oltremodo.

Non ci sarebbe bisogno nemmeno di spiegare perché sia brutto, va da sè: la sceneggiatura riduce al minimo storico i conflitti, e l’unico momento in cui i neuroni si accendono dovrebbe essere nella "metamorfosi" dell’inguardabile The Rock e del suo tatuaggione schienale. Gli attori sono tremendi, tutti "wannabe qualcun altro", che sia Colin Farrel o Steve Buscemi o Ice Cube. The Rock non ha bisogno di voler essere nessuno, basta a se stesso. Il film è cupo, buio, violentissimo, concitato, urlatissimo, va bene. Ma sotto sotto è tutto un cliché (che so, c’è il defibrillatore) ed è terribilmente noioso. Noioso è una brutta parola per un action-horror, ma lo è.

Almeno fino a quando, grazie al cielo, tirano finalmente fuori la famosa soggettiva che tutti aspettavano. Con tanto di pistolona e teste che saltano: figo. Ma succede a un passo dalla fine, e per pochissimi minuti. Non solo si è portati a pensare che la produzione sia fatta di imbecilli, visto come la sequenza stessa funziona bene (piuttosto della porcheria che l’ha preceduta, l’avremmo preferito tutto così), ma ci si sente anche presi per il culo.

Si potrebbe anche pensare, e sono certo che qualcuno da qualche parte l’ha fatto, che in fondo Doom non dia un’immagine molto rasserenata dei marines, che qui hanno tutti una valanga di problemi comportamentali. Ma suvvia, vogliamo davvero credere che le metafore e la semantica in questo giocattolone idiota non siano altro che pretestuali? Il cinema è altrove: Doom è solo un bruttissimo errore che vogliamo dimenticare in fretta.

11 Thoughts on “

  1. forse mi ripeto ma… lol

  2. Io propongo una mozione per cui Kekkoz d’ora in poi debba guardare solo film brutti tratti da videogiochi o anime brutti. A noi piacciono post di questo genere.

  3. Visto cotanto regista, era lecito aspettarsi anche qualcosa di meno… e poi diciamolo: il gioco, per quanto leggendario, era noioso almeno quanto il film… meglio Wolf3d, seppur tridimensionale finto…

  4. @ohdaesu: mozione respinta, cacchio, che è un periodo che non ne becco uno buono!

    @jerry: Bartkowiak è sintomo di quella patologia per cui da tempo si convince la gente che essere polacco ti renda automaticamente un ottimo fotografo.

  5. Oddio, non che ce se dovesse aspettà quarcosa darreggista de ” romeo ha da morì ” e ” amici paa a morte “.

    Tora

  6. è vero, avrebbe dovuto farlo gus van sant al posto di last days… ahah

  7. non so perchè dall’ufficio divento anonimo…comunque, a me non m’è parso noiso, anzi mi sono divertito…è un filmaccio senza pretese. Sangue un tot al chilo, marines cattivi e senza morale, alieni, marte, biogenetica andata a male. Un buon film trash…che a me andrebbe pure di rivedere…e poi il portale terra/marte è una figata! E pure la soggettiva, totalmente senza senso e pure nel finale…per non parlare dell’infinito scontro tra i due marines, quello meno cattivo e quello più cattivo…uno spasso! Vai con un’altra partita!

  8. utente anonimo on 22 marzo 2006 at 00:35 said:

    “Sono solo io ad aver voglia di vederti o è reciproco?”

  9. ma hai pagato per vederlo?

    Misato-san

  10. Uscendo dalla sala anche il nostro commento è stato “potevano farlo tutto in soggettiva”…

    Gomez

  11. utente anonimo on 22 marzo 2006 at 12:42 said:

    però mortal kombat spacca.

    lillo

Rispondi a jecke Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation