[FEFF8]
Masters of Horror: Imprint,

MIIKE Takashi, 2006,
period horror, European Premiere

L’attesissimo capitolo miikiano della serie di mediometraggi prodotti da Mick Garris comincia come una mezza delusione: non che non sia interessante, originale e "bello", ma c’è una lentezza e una teatralità esasperate che in un regista "barbaro" come Miike non sempre amiamo. A cui si aggiungono il tremendo attore protagonista e il fatto che tutto il cast parli un fastidioso inglese posticcio. Poi arriva una scena, qui già chiacchieratissima, con svenimenti in sala e via dicendo, che è a tutti gli effetti l’estremizzazione (sia visiva che sonora) del finale di Audition. Da lì, la strada è in discesa, ed è una splendida, terrificante discesa negli inferi: Imprint diventa un Rashomon horror, coraggioso, impervio, stilizzatissimo, esplicito persino per i canoni di Miike, ma formalmente meraviglioso (pur nella cornice dell’HD televisivo). Insomma, Imprint è un film che – pur non essendo al loro livello – riassume due Miike che amo molto, quello estetizzante e ricercatissimo di Box, e quello argutamente violento, antiromantico e allo stesso tempo spudoramente romantico, di Audition. Non posso che essere felicissimo.

Dettaglio di costume, che piace tanto: ho una terza foto con Miike. Sembriamo due pirla. E per via del flash, si vedono gli occhi di Miike sotto gli occhiali. Ho visto cose che voi, eccetera.
Vorrei scusarmi infine e pubblicamente con il mio stomaco per aver approcciato Imprint dopo quelle salsiccette unte: il risultato (una pausa-film di due minuti, chinato su un water senza emettere nulla ma con un paio conati e la pressione sotto le scarpe) dovrebbe essere indipendente da quello che avevo appena visto (keywords: aghi, unghie, gengive). O forse no. Probabilmente no.

9 Thoughts on “

  1. non so se vorrò sempre fare post così lunghi, però…

  2. se non altro si leggono in fretta…

  3. Tre foto, già: ma a TE l’ha indicata la maglietta? EH?

    Comunque, dopo che altre fonti mi avevano definito “CACATONA” questo Imprint, tu mi ridai speranza. Anche se so bene che l’emozione di vederlo in una sala gremita e svenebonda non potrò mai provarla.

  4. Ove cacatona stava a significare: “è evidente quanto Miike si sia divertito nel girare Imprint. Questo noi lo apprezziamo, ma purtroppo non sempre siamo in grado condividere l’aspetto giocoso che sta alla base di questo episodio. Colpa nostra, dunque, se non ci convince fino in fondo”.

    A volte il dono della sintesi non paga.

    E poi comunque ho ritrattato.

  5. Nooo, pure la vomitata! E le foto! Io oggi ne ho scattata una con Gregorio Napoli, ma davanti a Miike impallidisce.

    Non è che lo becchi ancora in giro per un autografo “to Dario with love”?

  6. leggerò solo dopo aver visto imprint.

    ti invidio per la vomitata

    Ciaoo Rob

  7. ragazzi, non ho vomitato, ho avuto un conato di vomito. è colpa delle salsiccette (sì sì certo certo…)

    bebr’, sei imperdonabile. e cinica. ritratta in pieno. :-)

  8. Forse spoiler:

    Infatti: fai appena in tempo a pensare che Audition, in confronto, diventa Dumbo, che ti accorgi di stare ancora all’antipasto di qualcosa di ben più fatale per le nostre misere corazze di “scafati” che hanno visto di tutto e di più.

    E pensi, e ripensi, e trovi analogie e metafore, e all’improvviso “quelle cose lì” che turbarono il sonno del senzapalle Garris assumono un significato irrinunciabile, come se le immagini, da quel momento in poi, invece che sullo schermo ti scorressero sottopelle come il “ricordo” di Konomo.

    E chissenefotte del giappo-inglese, della recitazione discutibile o della manina, quando uno riesce ad infilare da poe a fellini in un’ora di tv?

    Scusa la foga, l’ “itagliano” e la lunghezza, ma probabilmente mi capisci…

    P.S. se puoi facci sapere, o fortunato mortale, cosa ti ha detto il Sommo

  9. non mi ha detto niente. il dialogo dopo la foto è stato:

    K – great movie.

    TM – mhmh.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation