Il diamante bianco, Werner Herzog 2004

Il diamante bianco (The white diamond)
di Werner Herzog, 2004

Il terzultimo documentario di Herzog, giunto finalmente nelle (davvero pochissime) sale italiane con un considerevole ritardo, come il successivo Grizzly man è il racconto di un superamento e di una tracotanza, della realizzazione di un sogno e dell’impossibilità di prescindere dai sacrifici che questo sogno richiede come pegni.

Ma più di tutto, e al di là di ogni possibile elucubrazione (e ce n’è, di materiale su cui elucubrare) Il diamante bianco è un film fatto di immagini di bellezza, istantanea e a volte sconvolgente. E’ un film che si immerge nella natura con uno sguardo di assoluta purezza, si appoggia al mondo e accarezza le cascate, si inquieta nel buio silenzio della foresta, si commuove di fronte alla debolezza e al genio degli uomini, alla nullità e alla forza degli uomini.

Splendido.

Non mi dilungo troppo perché questo nemmeno il film ha bisogno di tante parole. Quello di cui ha bisogno è di una distribuzione decente.

14 Thoughts on “Il diamante bianco, Werner Herzog 2004

  1. Vabbè ci rinuncio a vederlo al cinema.. prima o poi lo vedrò! E sto già aspettando Grizzly Man

  2. Vieni a visitare il sito del Cineforum Forlivese (http://www.ilcineforum.it):

    - 3000 frasi e citazioni celebri

    - un acceso forum di discussione

    - mercatino dei film

    - articoli sul cinema

    NON OCCORRE NESSUNA REGISTRAZIONE

    ..solo per appassionati, solo per passione!

  3. beh ma venivo anche con una segnalazione un po’ più sobria!

    :-)

  4. ovviamente qui non arriverà mai -_-

  5. Neanche qui da me arriverà, ma la distribuzione italiana “ritardata” (in tutti i sensi) permette di recuperarlo in tanti altri modi…

  6. non è uscito praticamente da nessuna parte. che tristezza.

  7. utente anonimo on 14 giugno 2006 at 10:38 said:

    Distribuzione decente, consistente in circa 2 copie…

    John Trent

  8. sì… io so che ce n’è una a roma, l’altra non so nemmeno dove sia. peccato, in sala dev’essere molto emozionante.

  9. nemmeno a milano c’è, sono proprio curioso di sapere dove sta la seconda copia. comunque davvero, non capisco perché i film di herzog siano distribuiti così male, chi è che li distribuisce? intanto continuo a sperare in un successo di massa di grizzly man, tipo La marcia dei pinguini. ahahah!

  10. magari. che poi grizzly man se lo merita, e ha un buon appeal. dai! montiamo l’hype!

    (comunque, “il diamante bianco” è distribuito da Fandango. ecco.)

  11. Tutti questi documentari sono distribuiti da Fandango, che distribuirà pure Grizzly Man… incrociamo le dita tutti assieme, ma mi sa che non si superano le due copie e mezzo come per Wild Blue Yonder…

  12. beh almeno WBY era uscito a bologna… “blame procacci”?

  13. al centrale (milano) lo davano…è là che l’ho visto in anteprima stampa.

    meraviglioso, di una purezza e bellezza quasi onirica.

    herzog si è superato…

  14. finalmente stasera l’ho visto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation