Superhero, Craig Mazin 2008

Superhero (Superhero movie)
di Craig Mazin, 2008

Mettiamola così: un poco ancora ci speravo. Tale è il disgusto per lo status quo del cinema demenziale americano, rappresentato in gran parte dagli incassi vertiginosi degli orridi film di Seltzer e Friedberg, che mi sarei accontentato di qualunque cosa. Ed effettivamente, durante la visione di Superhero movie, parodia dello Spiderman raimiano (e di altri supereroi, ma solo di passaggio), qualche svogliata risata l’ho buttata, e ho apprezzato quantomeno qualche sforzo creativo. Inventarsi un cattivo ex novo, per esempio.

Ma ci vuol poco a capire che è tutta una questione relativa: Superhero movie è purtroppo un filmaccio di poco conto, ben poco divertente e ancora peggio ancorato a una comicità fatta di gente che va a sbattere contro cose, liquidi corporei (anche se le due gag migliori hanno a che fare con urina e flatulenze), riferimenti completamente casuali alla ricerca dell’up-to date (Tom Cruise su Youtube), che – forse per via di un target anagrafico un po’ più ampio dovuto alla presenza di Leslie Nielsen – almeno ha la decenza di non piegarsi del tutto al predominio culturale della reality television (vien da benedire l’assenza di riferimenti ad American Idol), ma che non ha nulla a che fare con la capacità di parodie del passato – anche non troppo lontano: Scary movie 3, per dirne una – di riflettere, o di provare a riflettere, sui meccanismi del racconto di genere nel cinema americano, e che butta via un notevole minutaggio in gag insopportabili e tutte uguali su Stephen Hawking.

Insomma, il fatto che sia migliore, molto migliore, di Meet the Spartans e Epic movie non deve trarre in inganno. A far quello, tutto sommato, son capaci tutti.

Sara Paxton è davvero bellina. Leslie Nielsen invece ha 82 anni: basta.

4 Thoughts on “Superhero, Craig Mazin 2008

  1. Superhero perde anche molto per colpa dell’assenza della faccia basita di Charlie Sheen, che in questi film ci sta come il cacio sui maccheroni.

    Leslie Nielsen invece, per me, può continuare fino a 120 anni. Non posso perdere un pezzo della mia adolescenza.

  2. ah!, quanto mi manca, la faccia basita di Charlie Sheen.

  3. dopo aver visto boris, l’espressione basita è diventata un must!

Rispondi a Rizar Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation