The fist foot way, Jody Hill 2006

The fist foot way
di Jody Hill, 2006

Non sorprende affatto che questo piccolo film indipendente abbia conquistato, con il suo passaggio al Sundance nel 2006, le simpatie di Will Ferrell e Adam McKay, che ne hanno patrocinato la successiva distribuzione. Non sorprende perché il film e il suo protagonista Danny McBride hanno un approccio alla comicità che si avvicina molto allo stile lanciato dai due in film come Anchorman e Talladega Nights, sia per la comicità che scaturisce da quadretti di pura awkwardness, sia per il linguaggio e i ritmi stessi che sono alla base delle situazioni presentate.

Ma The fist foot way, nel suo essere un piccolo film con i suoi ovvi limiti produttivi (è costato appena 80 mila dollari), contiene un potenziale, espresso e inespresso, davvero favoloso – soprattutto dal punto di vista registico: Jody Hill in alcuni momenti sa sfoggiare, con un utilizzo davvero geniale di un sonoro perturbante e di un montaggio inusuale se abbinato alla classica camera a spalla, a tratti straniante, uno sguardo insieme inquietante ed empatico sul suo personaggio e sul suo amato/odiato North Carolina – facendo intravedere al di sotto della goliardata una storia umana di sconfitta e di riscossa (impossibile nei confronti della società, mai nei confronti di sé stessi) che attraverso il personaggio sgradevole di Fred Simmons e una sceneggiatura cinica e intelligente pur se tagliata con l’accetta, dice in realtà moltissimo sull’ipocrisia e soprattutto sulla frustrazione della periferia americana.

Il successo del film, divenuto ovviamente un titolo cult, ha pemesso a Danny McBride, Jody Hill (Mike nel film) e al co-sceneggiatore Ben Best (che interpreta anche Chuck "The Truck" Wallace) di diventare il nuovo trio dorato del cinema comedy americano: a giorni debutta una loro serie sulla HBO, sempre prodotta da Ferrell e McKay, mentre McBride nel 2008 è stato in Drillbit Taylor, Tropic Thunder e Pineapple Express, e Jody Hill si può già permettere una promettente opera seconda da 30 milioni di budget con Seth Rogen e Anna Faris, da lui scritta e diretta: Observe and report.

Il film in Italia non è uscito e per ora non ha alcuna intenzione di farlo. Se siete curiosi si può acquistare a una manciata di euro l’edizione inglese su Play o su Amazon.

2 Thoughts on “The fist foot way, Jody Hill 2006

  1. Mah… tiene quella via di mezzo tra finto documentario e palese narrativa classica che a volte sbraga di brutto, e ti chiedi se non e’ il solito modo per nascondere insicurezze tecnico/formali o cosa. E quel tipo di protagonista, una volta che Will Ferrell l’ha interpretato 800 volte, e’ difficile che dica qualcosa di nuovo. Ma rimane indubbiamente carino. E Chuck “The Truck” e’ un personaggissimo.

  2. contavo di vederlo nel week end..

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation