Submarine, Richard Ayoade 2010

Submarine
di Richard Ayoade, 2010

Ambientato in Galles nella metà degli anni ’80, Submarine è l’opera prima di un apprezzato regista televisivo e musicale, noto però ai più per aver interpretato il ruolo di Maurice nella splendida sit-com The IT Crowd. Ma nel raccontare la storia di Oliver Tate, quindicenne che cerca di sfuggire alla quotidiana mediocrità dell’adolescenza (l’emarginazione sociale, il bullismo, il primo amore, la prima volta, la separazione tra i genitori, la paura della morte) trasformando la sua vita interiore in un intenso racconto cinematografico, Richard Ayoade è riuscito ad andare ben oltre ogni possibile aspettativa, realizzando un piccolo miracolo – un romanzo di formazione sentimentale incredibilmente coinvolgente e di strabiliante intelligenza, uno dei film britannici più belli e coinvolgenti degli ultimi anni. L’ha fatto sfruttando al massimo la bravura dei suoi due protagonisti Craig Roberts e Yasmin Paige (ma anche gli “adulti”, tra cui spicca Paddy Considine, sono memorabili) e inventandosi uno stile personale, spesso roboante e grafico, tra fumetto e cinefilia, ma basato su uno storyboard di grande precisione, e giocando sempre sul limite tra immaginazione, alienazione e una tangibile, sorridente malinconia. Un autentico gioiello, impreziosito dalle bellissime (di per sé, ma anche per come sanno dialogare con le immagini e con la storia) canzoni di Alex Turner degli Arctic Monkeys, un film semplice ed emozionante che ci chiede senza troppi pudori di innamorarci di lui – e a cui, francamente, non sapremmo come o perché dire di no.

Il film è stato presentato e acclamato a Toronto, al Sundance e a Berlino, per poi uscire nel Regno Unito lo scorso marzo; grazie alla co-produzione di Ben Stiller ha trovato anche una distribuzione negli Stati Uniti, riscontrando il medesimo unanime successo di critica.

Al momento non mi risulta che sia prevista un’uscita italiana.

Potete già acquistare le edizioni britanniche in dvd e blu-ray. E vi consiglio di farlo.

13 Thoughts on “Submarine, Richard Ayoade 2010

  1. Francesco on 27 ottobre 2011 at 17:27 said:

    Io l’ho visto al Giffoni, qui in Italia. Ha anche vinto qualche mezzo premio. Non so se si è affacciato in qualche altro festival italiano, cmq è un film che dovrebbe assolutamente uscire nei cinemi nostrani, possibilmente SENZA scriverci Ben Stiller, anzi accelerando i credits quando arriva il suo turno…

    • Sì, sono molti i festival dove è stato proiettato, ma non sapevo del Giffoni – comunque sì, a quanto pare ha vinto il “Grifone d’oro” (…)

  2. Ninjas…

  3. Tra l’altro ho scoperto che Ayoade ha diretto una puntata di Community. Troppo pigro per cercare quale…

  4. Marta on 27 ottobre 2011 at 20:08 said:

    Quele episodio se non Critical Film Studies, con citazioni cinematografiche da Pulp Fiction a My Dinner with Andre? :)
    Inoltre mi ricordo una sua partecipazione allo show UK The Big Fat Quiz of the Year, dove era stato irresistibile!

    Comunque ora sono molto incuriosita dal film, che recupererò assolutamente!

  5. bello bello,
    già, perché dirgli di no?

  6. Amore a prima visione.

  7. ti stringe talmente il cuore, fino a farti male, che quando finisce ti lascia un calore infinito.

    Anche se poi rimpiangi di non sentire piu quella stretta.

  8. Primi trenta minuti folgoranti (la resurrezione, il bullismo calcolato ai danni di Zoe, le visite al parco giochi abbandonato…). La parte centrale cala un pochino (ed è invevitabile visto che al soliloquio, con immediato coinvolgimento dello spettatore, si sostituiscono i dialoghi dei protagonisti), anche se riserva un colpo basso notevole (5.55 -17.55…).
    Finale da lacrime.
    Piccolo grande film.

  9. nipoteanto on 22 aprile 2012 at 02:36 said:

    Dopo mesi di ricerche anche io sono riuscita a vederlo e sono corsa a rileggere la tua opinione. Condivido pienamente con te, ottimo film, ayoade è riuscito a mantenere un equilibrio difficile da trovare. Colonna sonora azzeccatissima e motivo principe del mio interesse per il film..

  10. albyalvin on 1 aprile 2013 at 19:01 said:

    recuperato oggi (2013). gioiello!

Rispondi a kekkoz Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation