Scrivimi una canzone (Music and lyrics)
di Marc Lawrence, 2007

Non avrei pensato di aver potuto difendere un film – che infatti a suo tempo evitai, e trattai malissimo in altra sede – diretto dal regista e/o sceneggiatore di alcune tra le più insulse commedie degli ultimi 10 anni, e c’era ben poco che mi interessasse al di là del revival spinto degli anni ’80 e della Nostra Sempre Amata Drew Barrymore.

Music and lyrics avrà i suoi problemi, avrà una struttura risaputa in cui momenti i momenti di attrito sono così forzati che si tende, per una volta, a desiderare che vada tutto sempre e soltanto bene, avrà un ritmo poverissimo e in gran parte privo di mordente, ma è un film di impalpabile piacevolezza, che parte benissimo – con la trovata spassosa e furbissima (perché inevitabilmente viral) del videoclip à la Wham! – e che continua anche meglio, facendosi forza sugli ottimi dialoghi, messi soprattutto in bocca a un Hugh Grant spaventosamente in ruolo.

Niente di rivoluzionario, anzi: ma di sicuro una commedia che si è vista un po’ per forza e che si è terminata con un sorriso grande così sulla faccia. Non lo so nemmeno io, certe sere butta così.

Aasif Mandvi Santo Subito.

15 Thoughts on “

  1. Ciao!

    Passa a trovarci se ti va…

    Non è mio…prenditela con me se ho disturbato!

    Buonanotte!

  2. Kekkoz, a suo tempo ho avuto le tue stesse perplessità… e infatti non andai a vederlo, quel film… e dire che li vado a vedere quasi tutti, belli o brutti… ma quello proprio non me la sono sentita

    ciao

    Alteredo

  3. utente anonimo on 27 agosto 2007 at 10:18 said:

    ciao kekko, sono daccordo con te!

    penso che dopo la performance in about a boy, quella di killing me softly, il piacione Grant ci abbia preso gusto e si sia preso sul serio.

    film carino, che con la morosa è “piacevolissimo”.

    lillo

  4. io ‘sto gradevole film lo metto nella mia personale categoria “carino” e sincero, ecco. eppoi il video inziale dei pop me lo vederi a loop da perfetta figlia degenere adolescente negli anni 80 ché sull’età non si scherza!

    ;)

    la reine

  5. buono a sapersi, me lo tengo per le serate scazzati in compagnia, io queste le commedie le adoro….forse troppo..^^

  6. visto e difeso a suo tempo. al di là del fatto che Hugh Grant fa genere cinematografico a sè, il film spacca definitivamente. la mia teoria è che l’idea di scartare questa roba a priori è frutto di cattive dottrine e/o cattivi indottrinamenti :)

    Kekko

  7. ok. andro’ totalmente fuori argomento…ma siete la mia risorsa principale di informazione cinefila…notizie del tentato suicidio di owen wilson???????saluti da new york, questa volta

  8. so quello che sanno tutti, che si è tagliato i polsi e ha ingurgitato un bel po’ di barbiturici.

    per ora nessuna news.

    incrociamo le dita. sarebbe davvero una brutta perdita.

  9. Ragazzi che bruttissima notizia. Sono davvero dispiaciuto. Speriamo bene..

  10. wilson ha rilasciato una dichiarazione dall’ospedale: http://tinyurl.com/yts9tm

  11. mi unisco al sacrosanto incrociamento di dita per Owen.

    riguardo al film, dissi la mia neanche troppo tempo fa: il film giusto da mettere su se intanto vuoi stare sul divano a limonare.

  12. Eh, lo dico sempre io: ci vuole una donna perchè un maschietto finalmente inizi ad apprezzare la commedia romantica. :)

    Ora ti manca solo di recuperare “Down by love” e “The break-up”, due buoni e diversi esempi di “commedia dei sessi”, di cui uno vintage.

    Peraltro, io quando voglio limonare tranquillo sul divano, metto su un action movie, perchè tanto so che posso riprendere a vederlo in qualunque momento, senza essermi perso nulla di fondamentale. ^^

    Un saluto.

  13. @souffle: ma non mi mancano affatto, i due film di Peyton Reed!

    “Down WITH Love” lo adoro, lo vidi al cinema: http://giovanecinefilo.splinder.com/post/1306289

    “The break-up” invece l’ho gradito molto meno: http://giovanecinefilo.splinder.com/post/9920397

    ;-)

  14. @souffle: pazzo, ti perdi le scene d’azione! Metti su un Woody Allen, piuttosto, sono tutte chiacchere e ti basta prestare l’orecchio…

  15. @kekkoz: Appena posso leggerò con piacere le tue recensioni sui due film.

    Sono vittima della fretta e dei refusi. Giusto: with.

    The break-up effettivamente ha diversi difetti (non ultimo la Aniston…) ma ha un finale che vale l’intero film.

    @940: no Woody non riesco più a vederlo. Lo amo troppo per assistere al suo declino.

    Un saluto a tutti.

    Scappo a vedere il film rumeno.

Rispondi a alteredo Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Post Navigation